Stili di matrimonio...

 

 

 

Oggi qualunque coppia desidera dare un'impronta unica al proprio matrimonio.

 

Frugando quà e là abbiamo visto come gli stili siano innumerevoli, e spesso si crei solo una grande confusione.

 

Siccome sappiamo che molte di voi stanno organizzando le proprie nozze, abbiamo deciso di raccogliere qui velocemente alcuni stili....Se poi ve ne interesserà qualcuno in modo particolare vedremo di approfondire ^_^

 

 

Vintage


Abiti da sposa originali anni ’50-’70 o ’80 , cappelli con piume e velette, boa di marabù, guantini, pochette per le invitate, spille e gioielli coordinati secondo il periodo.
Se lo vorrete, sarà possibile immergersi ancora di più nel passato con carrozze di cavalli, abiti d’epoca, ombrellini parasole, merletti, tessuti damascati e broccati.

L'ideale per la sposa che adora reinventarsi con cose usate o custodite gelosamente per anni nell'armadio.

 

 

Celtico


Erano i Druidi a presiedere la stipulazione dei contratti matrimoniali tra i due sposi, che dovevano attuare sette giorni prima dell'unione una serie di atti purificatori con l'utilizzo dei quattro elementi (terra, aria ,fuoco e acqua) ed intrecciare insieme una corda di colore bianco e rosso che rappresentava l'unione del lato maschile e femminile. Inoltre gli sposi dovevano provvedere il giorno prima della celebrazione all'allestimento delle offerte in onore delle energie sottili.

Il rito si celebrava nelle foreste, vicino a fonti sacre o in radure delimitate da cerchi di pietra. Per la celebrazione la coppia doveva scegliere una pietra che veniva lavata e purificata,  la quale simboleggiava la memoria storica della loro famiglia e veniva poi tramandata di generazione in generazione.

Durante il rito si gli sposi bevevano dallo stesso calice l'idromele,  e in seguito, si accendeva il fuoco sacro che simboleggiava l'amore e la passione tra la coppia. Successivamente avveniva l'unione delle mani con il laccio di stoffa precedentemente preparato che veniva poi conservato dai due sposi come una sorta di fede nuziale.

La sacra unione delle mani avveniva con l'ausilio di una verga di stagno alle cui estremità erano rappresentati due animali, uno simboleggiante il lato femminile della divinità la Dea, rappresentata in questa occasione da un serpente, e l’altro rappresentante un toro, cioè il Dio, il lato maschile della divinità. Il matrimonio si concludeva con musiche e danze circolari.

 

Shabby Chic


Stile inventato dalla famosa designer Rachel Ashwell, si basa sul recupero di oggetti o mobili antichi riportati a nuovo tramite particolari tecniche. I colori pastello fanno da padrone in questo sile romantico e tutto al femminile. Giallino, rosa pastello, verde, azzurrino, i colori predominanti che potreste dare al vostro evento. Che ne dite di aggiungere un tocco di personalità in più con libri e chiavi antiche, voliere e pizzo macramè?

Lo stile perfetto per la sposa romantica!

 

 

Etnico :

Africano
Le spose durante il rito indossano lunghissime collane di colore blu e numerosi monili.
Abiti coloratissimi per gli invitati e per gli sposi, musiche, divertimento e voglia di farsi sentire.

Durante la cerimonia si versa il vino per terra in offerta alle divinità ed è usanza assai diffusa che gli sposi saltino su di una scopa ricoperta di fiori.

Giapponese
Il matrimonio viene celebrato secondo rito buddista. La coppia beve tre sorsi di sake, una bevanda alcolica a base di riso, in tre tazze differenti. Gli sposi indossano magnifici kimono e la sposa è solita cambiarlo durante il ricevimento.

Russo
Il matrimonio in Russia è un evento molto speciale e l’abito da sposa secondo la tradizione è blu. Gli sposi reggono una candela in mano durante la cerimonia e dopo il ricevimento verrà consegnato un piccolo dono agli invitati in segno di ringraziamento.

Greco
In Grecia gli sposi portano una ghirlanda che serve per la loro incoronazione e reggono delle candele accese. Diversamente da noi qui il matrimonio è sentito come un’unione di due anime invece che la sottoscrizione di un contratto. Il ricevimento è una festa allegra durante la quale si rompono dei piatti come buon auspicio e gli invitati sono soliti puntare dei soldi sui vestiti degli sposi.

Polinesiano
La sposa viene massaggiata con olio di monoi e lo sposo tatuato con henné e travestito da guerriero. La coppia, raggiunto l'altare dove si officia la cerimonia, beve dalla stessa noce di cocco e agli sposi viene conferito un nuovo nome. Tra canti e danze si riceve il certificato su di una pergamena di corteccia.

Cinese
Il colore tradizionalmente usato nelle feste nuziali cinesi è il rosso che è simbolo di gioia e prosperità. Tutto ruoterà pertanto attorno a questo colore, che, con un tocco di nero conferiranno alla festa un sapore più orientaleggiante. Potrete inserire nell’acconciatura dei bastoncini e cambiare abito con il tradizionale kimono per il ricevimento.

Marocchino
La celebrazione avviene in forma privata, in alcuni casi solo con rito civile anche se la sfera religiosa non viene mai abbandonata. Celebrati di solito all’interno delle moschee, prevedono un fastoso ricevimento in casa. La sposa potrà, senza tradire questa tradizione, indossare abiti di fattura occidentale.

 

Buddista

Il matrimonio buddista non è un sacramento ma è un reciproco impegno che gli sposi assumono nel corso di una cerimonia rituale di benedizione.

Il vincolo non ha quindi valore legale ma è convenzionalmente accettato dalla comunità.

In Italia dovrà pertanto essere convalidato da un formale atto civile, alle cui regole la coppia dovrà adeguarsi. La cerimonia comincerà recitando il capitolo Hoben e il Jgage, poi qualche minuto di Daimoku. In seguito gli sposi e i testimoni berranno tre sorsi di saké da tre tazze, che significano le tre esistenze di passato, presente e futuro. I presenti esprimeranno i loro sentimenti liberamente e faranno gli auguri agli sposi. La cerimonia finirà con la lettura di tre Daimoku.

 

Ebraico

Il matrimonio ebraico è da una parte un accordo privato tra marito e moglie, codificato da un contratto nuziale, la Ketubà, e dall’altro un impegno che la coppia assume nei confronti della comunità ebraica.

La cerimonia del matrimonio ebraico si svolge sotto la Chuppah, un decorato telo, i cui quattro angoli simboleggiano le mura della casa che la coppia costruirà a partire da quel giorno.

Sotto la Chuppah, la sposa dovrà ruotare attorno allo sposo per sette volte. Il numero sette simboleggia anche l’integrità e la completezza che non potrebbero ottenere separatamente.

Durante la cerimonia berranno due coppe di vino. Dopo gli anelli, inizierà quindi la lettura del Ketubah redatto e letto in Aramaico. Il Ketubah viene poi firmato da due testimoni e sarà proprietà della sposa, la quale dovrà averne l’accesso durante tutto il matrimonio.

La lettura del Ketubah divide la prima parte della cerimonia detta Kiddushin dalla seconda detta Nissuin. Poi verranno recitate dal Rabbino o dai familiari le sette benedizioni con la seconda coppa di vino, dalla quale, al termine della lettura, dovranno bere entrambi gli sposi.

Al termine della cerimonia lo sposo romperà un bicchiere per ricordare che nessuna cerimonia può considerarsi completamente lieta dopo la distruzione del tempio di Gerusalemme e l’allontanamento dalla Terra Santa del popolo eletto. Gli sposi poi verranno accompagnati in una stanza privata detta Yichud.

 

Gotico chic

Per veri amanti del genere un matrimonio dall’animo dark.
L’abito della sposa sarà rigorosamente nero mentre per le partecipazioni carte e testi con caratteri goticheggianti. La mise en place sarà attentamente curata con particolari in tinta come tovagliato, sottopiatti, legatovaglioli e centrotavola in coordinato.

Gli allestimenti saranno costituiti da fiori di colore nero e sarà possibile, se lo vorrete, introdurre elementi particolari come ad esempio teste di aglio.

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0