Eleganza maschile: matrimonio, cerimonie o quotidianità

 

Ci sono ragazzi, bei ragazzi, che sono talmente belli che anche con i classici sacchi di patate addosso fanno la loro maschia figura.

E poi ci sono i comuni mortali.

 

Beh, certamente non mi posso lamentare, decisamente ho trovato un esemplare maschio nella fascia medio-alta, magari con il sacco di patate farebbe ridere, però certamente in jeans già non sfigura. :p

 

Proprio per questo motivo Max ha sempre affermato che si sarebbe sposato in jeans..vabbè, perché no?Ormai è un capo d'abbigliamento sdoganato e può essere molto elegante se ben abbinato.

 

Ma ieri qualcosa è cambiato: ha trovato un tre pezzi di cui si è innamorato follemente,e, messosi allo specchio, ha scoperto un eleganza più adulta che ha lasciato lui in primis sorpreso...io?Beh, Max è sempre bello, ma ieri era stupendo, mi sono commossa vedendolo così bello ed elegante, era spettacolare!

 

A parte l'elogio del proprio moroso lo scopo del post non era questo...(dai, fatemelo elogiare un po' 'ste bel ragazzo che la sorte mi ha dato in dono!!!!!E' proprio bello bello bello  <3  Ok, finito! :p  )

 

Oggi volevamo parlare degli ometti e di come renderli eleganti ^_^

 

Prima di tutto è importante sentirsi a proprio agio con gli abiti che si indossano: ognuno può personalizzare il proprio stile, scegliendo quello più congeniale alla propria personalità e al proprio carattere. Un uomo sicuro e deciso, nella vita avrà uno stile di abbigliamento altrettanto deciso e determinato. Ci sono anche quelli che, prediligendo capi classici e sobri, puntano tutto sugli accessori, risultando uomini curati e attenti ai particolari

 

Ma se volete seriamente essere eleganti bisogna stare attenti anche ai piccoli dettagli per non sfigurare...ok, lo dico io che sono sempre in jeans e felpa, ma proprio perché sono così "scialla" trovo brutto vedere un uomo elegantemente vestito con cravatte improponibili, nodi fatti malissimo e storti, colletti mezzi dentro mezzi fuori o (orrore!!!!) la camicia fuori da pantaloni classici!

 

Un uomo, aitante o meno che sia, può sempre fare la sua bella figura se elegantemente curato, e dunque oggi parliamo un po' anche di questi benedetti ometti che si sposano o che partecipano alle nozze come invitati od ad altri eventi importanti (van benissimo come suggerimenti - che ho preso in rete qua e là - anche per chi si deve vestire formalmente ogni giorno per lavoro!).

 

Innazitutto la barba: rasati sarebbe meglio, ma secondo il mio spassionato gusto un pizzetto ben curato, dei baffettini corti (non quelli dove si intinge il sugo!!!) o un'ombreggiatura lievissima di barba (circa 2 mm) fanno molto casual chic da primo risveglio e conferiscono personalità al viso. No assolutamente a barba lunga o non curata!

 

Camicia: il bon ton prevede per situazioni formali ed eleganti di indossare la camicia bianca. Fortunatamente anche qui nel corso degli anni si è sdoganato un po' il tutto, ed oggi van bene anche altri colori, senza però mai cadere nelle tinte fantasia o stile Haway (a meno che non sia un tema richiesto!).

Fantastica (personalmente) la camicia scura, dove il contrasto sarà dato dalla cravatta. Le camice rigate, invece, vanno bene per l'habitat lavorativo, ma sono dai più escluse per le cerimonie "importanti". MAI MAI MAI la camicia fuori dai pantaloni!!!

 

Se non siete altamente passabili di raffreddori improvvisi e non avete superato i 50 anni niente meglietta della salute, assolutamente out!!!

 

Giacca: quest'anno va di moda la giacca a due bottoni, ma per gli amanti del classico si consiglia sempre una 3 bottoni, più elegante e pù giovane.

Per la cronaca van sempre chiusi i primi due e lasciato aperto il terzo. Svasata o meno a gusto personale, l'importante è che calzi a pennello per non sembrare ridicoli.

Evitate le giacche con fantasie a quadri grandi o piccoli, soprattutto quelle con colori sgargianti, l'effetto è da circo. Ricordate che il rigato snellisce e allunga, quindi se volete regalarvi qualche cm in più è perfetto!

 

Pantaloni: se avete abolito la tartaruga per adottare la pancettina da orsacchiotto (adorabile per le coccole della vostra compagna, fidatevi) non dovete credere che acquistandoli strettini vi faran sembrare più magri.

Il rischio sarà invece quello di sentire paurosi "strapp" facendo mosse non previste. Il pantalone deve calzare giusto, anche un paio di dita largo semmai, e sul classico va indossata la cintura, possibilmente in tinta con le scarpe.

La lunghezza va presa con le scarpe ai piedi, e sotto MAI calzini bianchi ma sempre scuri!

Se non siete così formali e vi piacerebbe essere ugualmente elganti senza esagerare indosate un bel paio di jeans: si abbianano praticamente a tutto, ma non indossate quelli sbiaditi o stretti, soprattutto nella zona dei genitali: oltre ad essere volgari sono anche nocivi per la vostra salute.

 

La cravatta è il nodo (letteralmente) dolente di molti uomini: magari sono vestiti benissimo, con tanto di gemelli e fiore all'occhiello, e poi hanno cravatte impresentabili e annodate male. Per imparare esercitatevi a casa, e se non è espressamente richiesta (lavoro o cerimonia che sia) e non vi sentite a vostro agio indossandola piuttosto lasciate perdere, sarete comunque bellissimi!

Si a cravatte colorate, no a cravatte con fantasie assurde o personaggi dei cartoons o dei film!

Sotto l'articolo abbiamo messo alcuni schemi per i nodi di cravatta più comuni...provateci, vedrete che in capo a qualche giorno sarete bravissimi!

 

Ultimi suggerimenti:

 

- su completi classici evitate di indossare due capi dai colori simili ma tonalità diverse

 

-Scarpe: le scarpe devono essere sempre pulite, in caso di calzature eleganti, devono

 essere sempre lucide al punto giusto! Assolutamente bandite le scarpe sportive.

 

-Il fazzoletto inserito non deve essere dello stesso colore della cravatta che indossate

 

-Per abbinare i colori invece, c’e una regola scientifica, seguita un po’ da tutti gli stilisti, gli artisti e tutti coloro che lavorano nel campo della grafica e della moda: il cerchio di Itten. I colori di solito, non si accostano bene a quelli ’simili’, ovvero a quelli che si trovano in questo cerchio immediatamente vicino (tranne dovute eccezioni). Si abbinano invece bene i colori con quelli diametralmente opposti nella ruota.

 

L’uomo che ha stile si riconosce tra mille, anche se indossa un jeans e una t-shirt. Quindi consiglio personalmente di cercare il proprio stile, piuttosto che andare alla ricerca del capo all’ultimo grido o griffati per sentirsi “alla moda”: lo stile si crea con buon gusto e semplicità!

 

Ed in bocca al lupo a tutti gli ometti!! ^_^

 

 

 

ps: cliccare sulle singole immagini per visualizzare bene tuti i passaggi.

 

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0